Abbi cura di te

Forse è un concetto trito e ritrito ma troppo spesso ci dimentichiamo di prenderci cura di noi. Troppo focalizzate sull’esterno come mamme, mogli, compagne, lavoratrici multitasking non prestiamo più attenzione al nostro essere e alla nostra essenza. Parlo di cura personale come andare dal parrucchiere non solo perché ormai sei un cespuglio informe di capelli bianchi ma solo per farti uno shampoo + piega con tanto di massaggio incorporato senza nessuno che ti chiami o ti metta fretta. Come un massaggio, un trattamento o anche solo un caffè con una persona cara solo per il gusto di spettegolare (bada bene senza malignità).

Ma anche cura mentale. E’ un po’ che non te ne parlo ma continuo, seppur tra alti e bassi, con la pratica del Miracle Morning. Conto di rimettermi bene in riga a trasloco ultimato quando darò finalmente libera dai cartoni e dalle chincaglierie inutili (non è vero ne avrò tante lo stesso ma fa niente)

Consapevolezza e presenza

Osho sosteneva che la meditazione non è altro che un tornare a casa, un semplice riposarsi un po’ all’interno del proprio essere”. Le persone che hanno difficoltà nel meditare è perché sono ancora troppo concentrate sul fuori e troppo poco sul dentro, sul dare all’altro e non sul dare a sé. Ascoltare il silenzio, i rumori del proprio corpo, senza caricarsi troppo di aspettative e, soprattutto, eliminando tutti i giudizi, permette di riposare la mente e di (ri)connettersi con il proprio io più intimo, quello che spesso abbiamo paura di ascoltare. In questo modo non solo si potranno scoprire tantissime cose sul nostro vero io ma si troveranno anche le soluzioni a tutte quelle piccole grandi situazioni di stress quotidiano: svuotare la mente e permetterne il riposo la rende più produttiva, energica e creativa.

Calma e sangue freddo

Come per ogni cosa nella vita anche la meditazione per dare risultati deve essere praticata con costanza. Cioè non puoi provare una volta, dire non ci riesco e lasciar perdere. Le prime volte non è facile. Mille e più pensieri ti riempiranno la testa mentre tu cerca di svuotarla. Un passo per volta. Accompagna fuori dalla tua mente a uno a uno i pensieri man mano che si manifestano, senza innervosirti o arrabbiarti. È come se tu volessi correre i 3000 siepi senza aver mai saltato un ostacolo in vita tua, capirai che non è semplice, no?

Le prime volte pratica pochi minuti, osserva semplicemente la lancetta dei secondi che scorre sul quadrante dell’orologio, concentrati su di lei e sul ritmo del tuo respiro. Piano piano ti renderai conto che tutto verrà naturale. Non ti so dire quanto ci vorrà, ci sono persone che impiegano anni prima di riuscire a praticare con consapevolezza altre riescono in modo più naturale. La cosa importante è non demordere e non lasciarsi scoraggiare.

Allenati a svuotare la mente e vedrai che la tua creatività esploderà: sarà più facile trovare la tua strada e focalizzare i tuoi obiettivi. Devi sempre ricordare che tutto il tempo che dedichi a prenderti cura di te si trasforma in tempo più sereno da trascorrere con gli altri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *