Beautiful mind

Capita spesso di sentirsi come intrappolati in una spirale di pensieri disordinati. Perché succede? Stanchezza, stress, mancanza di concentrazione e chi più ne ha più ne metta. Ma la soluzione esiste e non è nemmeno tanto complicata.
Abbiamo già parlato di come il tuo cervello abbia bisogno di prendersi il tempo di analizzare ed elaborare le informazioni e le esperienze vissute. Ora, se pensi che in media, ogni giorno, produciamo tra i 60 e i 70 mila pensieri (circa 40 al minuto), la nostra mente non ha mai nemmeno un secondo di riposo. A questo aggiungi il fatto che, oggi come oggi, viviamo in un mondo veloce e pieno di stimoli continui per cui, molto probabilmente quello che stai facendo e quello che stai pensando non sono nemmeno allineati tra loro.

Ora, non serve nemmeno che ti dica che la qualità del tuo pensiero è collegata alla tua visione del mondo e delle cose, vero? Se sei una persona pessimista e negativa, purtroppo, il tuo pensiero rispecchierà queste qualità, influenzando il tuo stile di vita. Quindi, tanto per cominciare, allenati a vedere il bicchiere mezzo pieno. Cerca tutto ciò che di bello e positivo avviene attorno a te, impegnati a scrivere su un diario almeno tre cose belle che ti sono successe durante il giorno. In questo modo nutrirai positivamente la tua autostima e insegnerai al tuo cervello a concentrarsi sulle cose belle.

La tua giornata è stata davvero no? Ok, corri ai ripari con un po’ di buon sano selfcare: dallo shopping a un trattamento benessere (anche solo un bagno bollente con il tuo bagnoschiuma preferito) tutto è concesso. Ricordati che lo stress, quello vero, ha delle ripercussioni su alcune aree del cervello, basta pensare alle alterazioni che può causare sul ritmo sonno – veglia e sull’appetito, ti sembra poco? Ora dirti elimina ciò che ti stressa è facile ma non sempre fattibile, quindi la soluzione è trovare il ritmo giusto. Quando ti senti particolarmente sotto pressione fermati un attimo, riprendi fiato e respira con calma concentrandoti solo sul suono del tuo respiro. Se vuoi utilizza le tecniche di pranayama, come nadi shodhana, a narici alternate, aiuta a ritrovare l’equilibrio, calmando la mente, allontanando lo stress e riequilibrando i canali energetici del corpo. Puoi provare per cinque minuti al giorno. Puoi farlo appena sveglia la mattina, in bagno, al lavoro, dove e quando vuoi, basta che tu possa trovare la concentrazione. Io non sono un’esperta ma con me funziona, è un ottimo rimedio anche per quando ho quel leggero mal di testa dovuto alla stanchezza.

Aiuta il tuo cervello a fare chiarezza

Ora che pensi in modo più positivo, hai eliminato lo stress e ti senti carica cerchiamo di svuotare la testa dai pensieri superflui. Ovviamente spegnere il cervello è impossibile, ma dato che è in grado di elaborare solo un pensiero per volta, cerca di concentrarti sempre sui qui e ora. Se la tua mente è focalizzata su ciò che stai facendo, credimi, finirai anche i compiti più ingrati più velocemente e senza incappare in fastidiosi errori o ritardi.

Secondo alcuni studi manteniamo la concentrazione per massimo 3 minuti. Dopo che ci siamo distratti impieghiamo almeno e 25 minuti per ritornare sul pezzo. Tempo perso e sprecato perché, siamo sincere, cosa facciamo nel minuti di distrazione? Procrastiniamo! Facebook, ricerche inutili iniziate, guarda un po’ per un pensiero volante che non si sa come ci è balzato in mente, il messaggino con l’amica o la pausa caffè che si è prolungata, sono tutte attività probabilmente più interessanti delle statistiche in Excel che devi fare, lo so. Ma a meno tu non abbia una persona a cui mollare il tuo lavoro (specie le cose che non ti piacciono) dovrai comunque farlo, non se ne esce. E ho fatto l’esempio del lavoro, ma vale con tutto. Se il tuo cervello riesce a concentrarsi sul qui e ora riuscirai a calmare la tua mente (e non è poco, credimi) e a portare a termine persino i compiti più ostici.

Come fare?

Innanzitutto concentrati ed elimina tutti gli elementi di distrazione attorno a te: metti il telefono in modalità aereo, non aprire internet se non a lavoro concluso e, se puoi, isolati dalle persone disturbanti per il tempo necessario. Ogni 20/25 minuti fai una piccola pausa, cinque minuti al massimo, non farti prendere la mano. Se ti senti particolarmente sotto pressione fai un po’ di stretching da scrivania e utilizza le tecniche di respirazione che ti dicevo prima. Ultimo, ma non per importanza, mantieni sempre il tuo cervello allenato.

Come ogni parte anche la nostra mente ha bisogno di essere esercitata. Infatti, leggere (meglio se a voce alta), studiare, imparare e ricercare le permette di adattarsi in modo più rapido alle situazioni e di trovare velocemente nuove soluzioni.

Se puoi scrivi, rileggi e ricorda. Tieni conto che ogni volta che richiami un’informazione o pensi a qualcosa di nuovo permetti al tuo cervello di creare nuove connessioni neurali. Infatti, quando non fai nulla, logicamente ti annoi. La noia è la conseguenza dalla naturale voglia che ha il cervello di imparare. Così per curiosità, lo sai che il cervello ricorda meglio gli odori? Associare profumi a particolari eventi, attività o stati d’animo permette di richiamarli più velocemente.

Chiudo questo lunghissimo articolo (se sei attivata fino a qui, grazie) ricordandoti che un cervello elastico resta giovane più a lungo. Ora non voglio essere melodrammatica ma resta il fatto che con l’età i neuroni tendano a morire e se riusciamo a stimolarli e rigenerarli possiamo contrastare l’avanzamento di malattie degenerative come l’Alzheimer o il Parkinson. Quindi che dirti di più, sii curiosa, leggi, attivati, respira e concentrati e il tuo cervello sarà il tuo migliore amico per molto moltissimo tempo.

 

3 thoughts on “Beautiful mind

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *