Il mattino (miracoloso) ha l’oro in bocca

Coffee in the morning.Nei giorni scorsi ho letto The Miracle Morning di Hal Elrod un libro molto amato in USA che ha conquistato personaggi del calibro di Richard Branson (Virgin) Tim Cook ( Apple), Howard Schulz (Starbucks) e Jack Dorsey ( Twitter) e dalle mie amiche Fabiana Pozzi (Creatrice di Leggerezza) e Sara Ronzoni (Opere Geniali).

Cioè se lo leggono loro perché non dovrei farlo io?

Quindi acquisto il libro e in un paio di giorni lo finisco. Ne sono entusiasta e lo condivido sul mio profilo instagram e in molti mi chiedono informazioni, ecco il perché di questo post.

Alla base di Miracle Morning c’è (manco a dirlo) un coach americano che in soldoni ti dice che devi svegliarti presto al mattino e creare una tua routine se vuoi avere successo nella vita.

Io (thanks god) ho la sveglia biologica alle 5.30 (residuo delle mattinate estive in cui mi svegliavo all’alba per correre prima che il caldo diventasse insopportabile) quindi mi aspetto di riuscire a crearmi una routine ben strutturata in poco tempo.

Ora ti racconto cosa dice Hal.

Lui suddivide in 6 attività (chiamate SAVERS) la sua routine, che è solo un esempio, bada bene, funziona per lui ma non è detto sia giusta per te, però dato che l’importante è cominciare e chi ben comincia è a metà dell’opera, cominciamo.

  1. Silenzio
  2. Affermazioni
  3. Visualizzazioni
  4. Esercizio
  5. Ricerca
  6. Scrittura

Appena sveglia, la primissima cosa che devi fare è bere un bicchiere d’acqua. Il tuo corpo è rimasto senza liquidi per 6/8 ore e adesso deve riequilibrarsi. Spesso la sensazione di stanchezza è una conseguenza della disidratazione. Già che ci sei, dopo aver bevuto lavati i denti. Infatti secondo gli esperti un’azione meccanica che non richiede sforzo mentale aiuta il nostro corpo a svegliarsi prima e meglio

E ora, partiamo dall’inizio con il Silenzio inteso come meditazione

Puoi decidere se farlo in autonomia o con una voce guidata. A me aiuta il Pranayama (uso questa app), tu trova quella più adatta a te, fai dei test e trova il tuo metodo.

Hal suggerisce una tecnica semplice:

  1. Alzati dal letto e siediti ben dritta con la schiena in un posto confortevole
  2. Se puoi chiudi gli occhi o fissa un punto fisso davanti a te
  3. Concentrati sulla respirazione: ispirare di pancia, espirare dal petto solo dal naso.
  4. Resta concentrata sulla respirazione, senza pensare a niente altro
  5. Se ti rendi conto che la mente ritorna pensieri quotidiani, mettili in una bolla e soffiali via, resta tranquilla e concentrata sulla respirazione.

Bastano 5/10 minuti per sentire i primi benefici 

Affermazioni e Visualizzazioni sono due punti strettamente interconnessi tra loro.

Infatti le prime sono delle frasi motivazionali da ripetere a te stessa, che descrivono la persona che ti piacerebbe diventare. Le seconde sono immagini di te stessa mentre realizzi i tuoi desideri e raggiungi i tuoi obiettivi.

Chiaro che in entrambi i casi tu per prima devi credere in ciò che ti stai dicendo, se non ci credi tu non li realizzerai mai!

E ora… ALZATI E CAMMINA

Fai esercizio, non importa cosa ma fallo. Corri, cammina, fai yoga o aerobica con Jane Fonda, scaricati una di quelle app che ti fanno fare allenamento in 7 minuti o cerca un video su youtube. Non importa come ma muoviti, anche solo 10 minuti fanno la differenza.

Nutri il cervello

Una volta che hai svegliato per bene il corpo e sei carica, passiamo al quinto punto: la ricerca, ovvero leggi.

Hal nel suo libro dice di pensare di leggere 10 pagine al giorno. In un anno saranno 3650 vale a dire 10 libri di oltre 300 pagine. Leggi quello che vuoi, libri di coaching, romanzi, saggi, fitness.. poco importa ma leggi. Ti avevo già detto che leggere mantiene la mente attiva e ti aiuta ad affrontare meglio i cambiamenti, in più leggere al mattino permette di  assorbire più velocemente le conoscenze che potrete mettere in pratica fin da subito per raggiungere i tuoi obiettivi.
Infine, prima di fare colazione, dedica 10 minuti alla Scrittura. Questo ti consentirà di fare il punto sullo stato delle cose e restare focalizzate su ciò che conta. Questo per me è uno degli esercizi più difficili ma registrandosi al sito italiano di Miracle Morning si possono scaricare alcuni contenuti extra tra cui un diario guidato davvero molto utile (oltre al Kit dei 30 giorni).

Attenzione, puoi usare un diario qualsiasi o un taccuino, scegli tu cosa ti piace di più, ma come dice Hal, utilizza qualcosa con le date, in questo modo sarai più spronata a scrivere, anche perché ogni pagina bianca ti salterà immediatamente all’occhio.

E adesso?

Ora che ti ho spiegato cosa fare, per non perderti e non impigrirti dopo i primi giorni ecco come fare:

  • Trova un compagno di responsabilità. Qualcuno che affronti con te questo percorso. Non deve essere solo una persona, può essere anche un gruppo. Questo ti aiuterà a restare focalizzata e perseguire l’obiettivo. Non conosci nessuno? Allora iscriviti alla community di TMM su Facebook e incontrerai mille compagni di responsabilità, non hai scuse!
  • Non mollare alle prime difficoltà. Si dice che per inserire una nuova abitudine nella propria vita sia necessario superare la soglia dei 21 giorni (c’era anche un film con Sandra Bullok). In realtà, Hal sostiene che ne servano 30: 10 per superare lo shock iniziale, 10 per stabilizzarsi, 10 per fissare l’abitudine. Poi c’è chi sostiene ne servano 90, ma noi iniziamo con 30, che ne dici?

Ora, se hai letto fino a qui dimmi un po’, a che ora punterai la sveglia domani mattina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *