Le quattro P

No, tutti tranquilli, non ho nessuna intenzione di parlarvi delle classiche 4 P del marketing mix (product, price, place and promotion) ma delle 4 P che stanno alla base del tuo lavoro: Passione, Progettazione, Produttività e Pianificazione.

Partiamo ovviamente con la passione: sempre, tutto quello che fai, deve partire dal tuo cuore. Sia che tu sia una libera professionista, sia che tu abbia un hobby, sia che tu lavori in azienda alla base della tua soddisfazione c’è l’impegno e l’amore che metti in ciò che fai.

Soprattutto se crei un prodotto, credimi è fondamentale che tu sia follemente innamorata del tuo lavoro. I tuoi clienti percepiranno l’impegno, la cura e l’attenzione dietro a ogni tua produzione, questa gratificazione ti servirà per iniziare delle relazioni solide e durature con i tuoi clienti.

Certo la passione di per se non basta, serve tanto studio, una continua ricerca e una costante crescita. Ecco che entra in gioco la seconda P: la progettazione. Ogni tuo prodotto e servizio deve essere accurato e ben studiato. Questo significa non improvvisarsi scrittrici se non si conosce la grammatica di base, ma non deve essere una scusa per ricercare una (impossibile) perfezione. In parole povere non puoi pensare di vendere solo prodotti perfetti sotto ogni punti di vista, altrimenti il tuo shop sarà costantemente vuoto. Devi imparare a valorizzarti per quello che sei, pregi e difetti perché quella è la tua unicità. Avevo già parlato della sindrome dell’impostore (e di altre catastrofi simili) quindi non ti tedierò di nuovo, ma ti ricordo solo che se fai del tuo meglio i tuoi clienti lo percepiranno e ameranno il tuo lavoro.

La produttività è la nostra terza P. Si perché che tu per lavoro sia davanti a un pc, a una macchina da cucire, ai fornello o a un tornio, poco cambia: se non produci non vendi. Qui non devo nemmeno spiegarti perché vero? Ma una cosa fondamentale è capire quanto tempo e risorse impieghi per produrre ma anche per promuovere il tuo lavoro (scrivi un blog? Hai account social? Mandi delle newsletter? Ricerchi nuovi materiali? Organizzi dei corsi?). Non calcolare il tuo lavoro solo sulla base delle ore che trascorri solo a produrre fisicamente un prodotto ma anche tutto ciò serve per fare in modo che i tuoi clienti ti conoscano e decidano di acquistare da te.

Direttamente collegata alla produzione c’è la pianificazione perché se giri senza una meta come un assetato nel deserto non vai da nessuna parte. Quindi trova il metodo giusto per te. Dividere la tua giornata in attività diverse, dividere in blocchi di attività la tua settimana, creare to do list giornaliere, utilizzare app… non esiste un metodo universale perfetto per tutti, ogni persona ha il suo, devi solo capire quale è il metodo giusto per te. L’importante è che tu nella gestione del tuo tempo tenga conto di tutto, anche di una pausa o un momento per te, di eventuali spostamenti o di piccoli imprevisti: riempire troppo il proprio planner è un errore che capita spesso e che crea grandi frustrazioni.

Insomma in parole povere: fai del tuo meglio, studia, cresci, evolviti, accetta i tuoi errori, produci con amore e pianifica con attenzione, credi in te e gli altri faranno altrettanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *