Dal Giappone con furore | Shinrin yoku

Si parla tanto di mindfulness, io la conosco e pratico da anni, da quando ancora ero solo una giovane psicologa, prima delle specializzazioni in branding e comunicazione prima di lavorare in proprio. Negli anni mi è stata spesso utile, la consiglio spesso ma mi rendo conto che, senza il giusto allenamento, rischia più di trasformarsi in uno stress invece che in un beneficio.

Allora, anche qui, mi sento di attingere alla cultura giapponese e a una tecnica utile per la riduzione dello stress e per riequilibrio di mente e corpo. Si tratta dello Shinrin yoku, una camminata consapevole immersi nei boschi dove i giapponesi la praticano per la cura spirituale del corpo e della mente.

Ora sai come me che il legame profondo uomo natura che negli ultimi anni si era un po’ perso ma che piano piano stiamo cercando di ritrovare esiste dall’alba dei tempi. Certo è che i ritmi di oggi (io vivo a Milano e a volte passo ore in auto o sui mezzi pubblici correndo come una matta) in aggiunta ad abitudini e comportamenti non sempre costruttivi (leggi inquinamento, cibo spazzatura, fumo…) ci allontanano dalla nostra origina naturale; ma non dobbiamo dimenticare che il (cattivo) lavoro svolto negli ultimi secoli non ha cancellato tutto quello che era stato costruiti in millenni di evoluzione.  Riscoprire il contatto con il mondo circostante, non quello costruito da noi ma quello che esiste da sempre ci riporta a uno stadio utile per (ri)scoprire pensieri, idee, emozioni e sentimenti che spesso nel caos quotidiano non riusciamo ad ascoltare. In realtà, se vuoi, i nostri amici giapponesi ne hanno fatto una scuola ma, a ben pensarci, nella cultura passata era una pratica anche nostra.

Ma bada bene, non si tratta di una passeggiata di trekking o di escursionismo ma è considerato un vero e proprio esercizio di comprensione e crescita capace di portarti ad assorbire le vibrazioni ed energie della natura, il verde che ti circonda e tutto quello che può rigenerare l’organismo.

Negli anni la pratica si sta espandendo a macchia d’olio, abbracciare gli alberi, annusare i fiori, toccare la corteccia, sono tutti esercizi che ti permettono un contatto reale, concreto ma anche spirituale con la natura; negli Stati Uniti sono sempre di più le persone che decidono di immergersi nel verde anche perché studi recenti hanno dimostrato che si tratta di una pratica che porta molteplici benefici per la salute (abbassa la pressione, riduce lo stress e rinforza il sistema immunitario).

Ora se ci pensi, la nostra Italia è ricca di parchi e riserve naturali, prova a programmarti una mezza giornata di immersione totale, senza cellulare o altri dispositivi elettronici, solo tu e la natura, sono certa che male non ti farà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *