Dal Giappone con furore | Ikebana

Cosa c’entra l’arte di giapponese di disporre i fiori con la vita quotidiana o con quella professionale? Ti stupirò ma molto di più di quello che immagini. Infatti, dietro alla pratica di questa disciplina c’è davvero un mondo pazzesco. Si tratta di una vera e propria filosofia di vita, basata sulla natura e sulla spiritualità che permette all’uomo di instaurare un rapporto privilegiato e intimo con se stesso e il mondo circostante.

Non pensavi eh? Pensavi che si trattasse solo di composizione floreale?

Invece dietro alla disposizione delle composizioni ikebana c’è uno studio accurato, una ricerca di equilibrio tra mondo spirituale e materiale, una sorta di danza tra colori ed elementi nell’ambiente circostante in grado di generare sensazioni, emozioni e sentimenti.

Ti piacerebbe fare lo stesso nella tua vita? O nel tuo lavoro? Oppure nei rapporti con la tua famiglia?

Le origini dell’ikebana si fanno risalire al 6-7 secolo D.C. quando dalla Cina il buddismo comincia a diffondersi anche in Giappone e inizialmente si trattava di semplici offerte votive. Nel tempo si sono trasformate in vere e proprie opere spirituali in gradi di trascendere la materia, una pratica amata e rispettata, tanto che oggi esistono circa 3mila scuole in Giappone a altrettante in giro per tutto il mondo. Esistono tecniche e stili diversi ma esistono anche regole base che vanno sempre rispettate:

1 – Ci deve sempre essere il rispetto delle tre dimensioni:

  • profondità
  • spazio
  • asimmetria

Nell’ikebana come nella tua vita (e nel tuo lavoro) è fondamentale che tu  tenga conto di queste componenti. La profondità e l’approfondimento, lo studio attento delle cose che ami, delle attività che svolgi e i problemi che risolvi ai tuoi clienti. Spazio fisico e temporale. Il dove e il quando che vanno a completare il come vivi e lavori. L’asimmetria ovvero la tua unicità, le imperfezioni che ti rendono autentica e che devono essere un tuo punto di forza.

2 – La figura dominante è il triangolo, ovvero ci deve essere un raccordo di vertici, ciascuno dei quali ha uno specifico significato nell’arte dell’ikebana.

  • Shin ovvero il cielo, è l’elemento chiave e principale dell’intera composizione che rappresenta le tue idee
  • Soe, cioè l’uomo, va sistemato sempre in maniera inclinata, tendente verso il Cielo, rappresenta la tua voglia di crescere ed elevarti.
  • Hikae, la terra, è lo stelo più basso, sistemato davanti agli altri due o in posizione completamente opposta ti ricorda che per quanto tu debba sognare devi essere concreta e realista.

Questi tre elementi devono sempre essere sistemati in modo stabile, con il giusto equilibrio.

Ora capisci come l’ikebana può aiutarti a vivere meglio? Imparare a concentrarti, mantenendo sempre il giusto equilibrio ti permetterà non solo di crescere come persona (e professionista) ma anche di sentirti bene con te stessa e con il mondo che ti circonda, instaurare relazioni sane e costruttive e sentirti (finalmente) un tutt’uno con l’universo. Pensaci e dimmi cosa ne pensi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *