La semplicità della soluzione

Sai che si dice la soluzione di un problema dipende per l’80% nel definirlo in modo chiaro e semplice scomponendolo in punti e obiettivi?

A volte davanti alle difficoltà tendiamo a cristallizzarci e così anche situazioni facilmente risolvibili si trasformano in montagne insormontabili. Spesso ci lasciamo anche trascinare nello sconforto e ci perdiamo in sentimenti ed emozioni negative che non ti ci aiutano a vedere la luce alla fine del tunnel. E allora cosa si fa?  Ci si chiude in se stessi, ci si imbruttisce e si resta immobili sperando che la tempesta passi. Ma non è una strategia ottimale. Va a finire che si consumano risorse e si perdono opportunità, un vero peccato, non credi.

Vivere nel problema o peggio, negarlo non ci permette di vivere al meglio, solo accogliendolo e comprendendolo possiamo chiudere per sempre con lui e andare avanti

Ma come puoi fare a chiarire bene il tuo problema?

  1. Analizzalo: cerca di capirne l’origine, le difficoltà e le parti che lo compongono
  2. Scomponilo: dividilo in sezioni, smontalo come faresti con un elettrodomestico che non funziona, guardalo dall’interno in ogni sua parte e crea un piano strategico
  3. Risolvilo: prendi ogni parte del tuo problema e risolvila singolarmente, fai piccoli passi per arrivare alla soluzione definitiva

So che detto così starai pensando che leggerlo è semplice ma farlo è complicato. Lo è meno di quanto pensi, è tutta una questione di abitudine. Imparare a guardare il problema con occhi nuovi, in una logica risolutiva ti aiuterà a vivere meglio anche nei momenti difficili. Prova e fammi sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *