Dal Giappone con furore | Naikan

È tempo di parlare di  Naikan ovvero di introspezione, una tecnica utile per capirti meglio all’interno della tua professione.

Un metodo ideato da Yoshimoto Ishin, manager di successo dallo spirito imprenditoriale e devoto buddista. A un certo punto della sua vita, Ishin ha sentito la necessità di introdurre nella propria quotidianità alcune tecniche di autoriflessione che lo aiutassero a migliorare in campo lavorativo attraverso alcune strategie ispirate alla meditazione e al buddismo shin giapponese.

Il metodo è di per se semplice, consiste nell’interrogarsi quotidianamente attraverso tre domande relativamente semplici:

  1.     Che cosa ho ricevuto da…?
  2.     Che cosa ho dato a …?
  3.     Quali preoccupazioni e difficoltà ho causato a…?

Domande che non solo permettono di creare una cornice in cui racchiudere le nostre riflessioni e valutare le esperienze vissute dentro un determinato periodo di tempo, che può essere breve (come una riflessione sulla giornata appena trascorsa ) o anche più lungo (1-2-5-10 anni) ma che permettono di riflettere in modo attivo e consapevole sulle azioni e sui processi motivazionali.

Infatti se partire dalla riflessione, permette di passare in maniera molto più rapida all’azione e anche vero che stimola una consapevolezza maggiore su tutto quello che sei in grado di controllare della tua vita aiutandoti a uscire dallo status di vittima in balia degli eventi in cui spesso,  tuo malgrado rischi di trovarti. Attraverso la tecnica del Naikan, infatti, puoi stimolare la tua proattività, dando maggiore attenzione a ciò che dipende da te, condizione principale per una vita felice. Infatti, scondo Yoshimoto Ishin, è proprio la mancanza di consapevolezza e conoscenza di se la vera responsabile di gran parte dell’infelicità nella vita di tutti i giorni.

Grazie all’autoriflessione, quindi potrai essere in grado di compiere in maniera più produttiva anche il tuo lavoro, innescando un vortice positivo di attività che andranno oltre il semplice cancellare una voce della lista delle cose da fare, ma basate su concetti molto più profondi di lealtà e gratitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *